amazarashi - Natsu wo matte imashita (夏を待っていました) (Italian translation)

Italian translation

Aspettando l'Estate

Ricordi ancora quando da piccoli, in quel caldo mese di Giugno,
camminavamo all'infinito lungo la ferrovia abbandonata?
Masatoshi era arrivato agitando allegramente una borraccia
e si vantava della mountain bike che gli aveva comprato suo padre.
 
"Però, sai, io odio mio padre
perché fa sempre piangere la mamma."
Io cominciai a sentirmi a disagio e distolsi lo sguardo.
Un grosso livido spiccava sul viso di Masatoshi.
 
Mentre la sera calava, ci mettemmo a correre e ci rifugiammo in una stazione abbandonata per ripararci dalla pioggia,
domandandoci cosa avremmo fatto l'indomani e il giorno successivo.
Ci rotolammo dalle risate per delle stupidaggini, mentre i nostri cuori battevano forte presagendo l'arrivo di un temporale.
In quel momento sono certo che tutti stavamo
aspettando l'estate.
 
"Non voglio stare qui" e "Voglio andare da qualche parte"
avranno lo stesso significato? Allora, che facciamo? Camminiamo un po'.
Yasuhito, che non era bravo né nella ginnastica né negli sport, si strinse le ginocchia al petto e mormorò:
"Rallento sempre tutti. Sono un tale disastro, scusatemi."
Nel sentirlo, a tutti venne un po' da ridere, e perfino Yasuhito di mise a ridere tra le lacrime.
 
Giocavamo a nascondino in mezzo all'erba alta dell'estate. Man mano che il tempo scorreva, qualcuno gridava:
"Siete pronti?" e gli altri "Non ancora!"
Non mi hanno ancora trovato e così, come quella volta, mi stringo le ginocchia al petto
e dalla mia camera osservo il cielo azzurro,
aspettando l'estate.
 
Taihei, un ragazzo alto e bravo a fare a botte, se ne usciva sempre con dei giochi spericolati.
"Chi resta appeso a questo ponte per più tempo,
potrà dire agli altri cosa fare e tutti dovranno obbedirgli."
Noi avevamo paura e non ci riuscimmo, ma Taihei non si scompose e lo fece.
7 anni dopo, Taihei saltò giù da un palazzo.
Se questo vuol dire avere tanto coraggio, meglio non averne affatto.
 
Giocando a nascondino sotto i grattacieli, quanti anni sono passati da quella volta?
Adesso nessuno grida più "Siete pronti?" o "Non ancora!"
Se oggi è il proseguimento di quel giorno, dobbiamo continuare la nostra avventura.
E io osservo il cielo di Giugno
aspettando l'estate.
 
Submitted by Nanatsuki on Thu, 14/09/2017 - 10:29
Last edited by Nanatsuki on Mon, 18/09/2017 - 12:47
Japanese

Natsu wo matte imashita (夏を待っていました)

Comments